L’importanza della merenda

Fare una merenda a metà pomeriggio è una buona abitudine. Aiuta a non arrivare a cena troppo affamati con il rischio della classica “abbuffata”. La merenda dovrebbe fornire al massimo il 10% del fabbisogno calorico quotidiano e andrebbe consumata almeno due ore prima della cena, per non togliere appetito all’ultimo pasto della giornata. Da un punto di vista nutrizionale, può includere fonti di carboidrati complessi (prova ad esempio il gusto dei nuovi Scrack griss pomodoro & basilico Panealba), che forniscono energia immediata, accompagnate da fonti di proteine e calcio (un bicchiere di latte oppure un vasetto di yogurt) e fonti vitaminiche (perfette le spremute di agrumi o i centrifugati di frutta).

Sale? Meglio poco!

Il comune sale da cucina è composto da due minerali: cloro e sodio. È il secondo che gli dà il sapore e le proprietà, anche se in un grammo di sale ci sono circa 0,4 g di sodio. Questo minerale svolge compiti utili e importanti nell’organismo, ma poiché è contenuto in quasi tutti i cibi, e anche nell’acqua, non è necessario aggiungerlo utilizzando il sale da tavola, perché un eccesso di sodio può causare molti disturbi. Oltre a ridurre l’utilizzo del sale a tavola e in cucina, si può diminuire anche il sale presente nei cibi trasformati (prodotti da forno, dolci, salumi…), preferendo quelli che ne contengono di meno, come ad esempio i Grissini senza sale aggiunto Panealba.

Più sapore con aromi e spezie

Ridurre la quantità di sale consumata quotidianamente è possibile, basta procedere in modo graduale. Si tratta infatti di abituare pian piano il palato ad apprezzare cibi meno salati, usando alcune strategie per esaltarne i sapori in modo alternativo. Aggiungere alle pietanze erbe aromatiche e spezie, oppure semi tostati, è un ottimo modo per usare meno sale senza rinunciare al gusto. Un esempio? Assapora tutta la bontà degli Stiratini con rosmarino o degli Stiratini con sesamo Panealba, gustosi e appetitosi in ogni momento della giornata.

Il gusto vivace del peperoncino.

Il nome, in realtà un diminutivo, ricorda le origini di questa spezia, perché il peperoncino fa davvero parte della vasta famiglia dei peperoni. E anche di peperoncino non c’è un tipo solo: di forma, colore e soprattutto grado di piccante diverso (a seconda della quantità di capsicina contenuta), la scelta è vasta. Per ottenere la spezia dal gusto pungente, i frutti vanno raccolti maturi e lasciati essiccare: in questo modo si conservano per tutto l’anno. Oltre a tritarli, si possono aggiungere ai cibi interi o spezzettati oppure si può lasciare qualche peperoncino in una bottiglia di olio extravergine d’oliva, per ottenere un condimento dall’aroma pungente. E per dare una sferzata di vivacità alla giornata, prova i Crostini al gusto paprika e peperoncino Panealba.

Tutta l’energia dei cereali!

Frumento (il grano con cui si preparano pane, pasta, grissini, biscotti…), riso, mais (o granoturco), orzo, avena, segale, sorgo, miglio, farro e altri ancora…. i cereali sono davvero tanti e a ciascuno corrisponde una differente qualità che permette svariate preparazioni. È il loro alto contenuto di carboidrati complessi che li rende energetici. Per questo i cereali sono il cibo ideale per cominciare la giornata, soprattutto quando serve avere una riserva di energia che duri nel tempo. Perfetti per chi svolge attività fisica, sono utili anche a chi ha un’occupazione intellettuale e un lavoro sedentario. Per un pieno di energia e gusto a 360°, assaggia i Grissini multicereali Panealba.

Minestra, un concentrato di virtù.

Non molto amata, soprattutto dai bambini, la classica minestra è invece un piatto fondamentale che non dovrebbe mai mancare nel nostro menu. Ha infatti una serie di virtù, spesso sconosciute, che ne fanno un piatto prezioso per il nostro organismo: disseta (è composta dal 70/80% di acqua) ed è ricca di vitamine e sali, è nutriente ed è leggera. Una minestra a base di ortaggi, preparata con pasta, riso, pane o cereali in chicchi, condita con poco olio extravergine, è uno dei piatti più completi e aiuta anche il buon funzionamento dell’intestino. Puoi sostituire la pasta o il riso con dei crostini, come quelli al gusto mediterraneo Panealba, perfetti per una cena completa e nutriente.